.
Blog Viaggi

Brasile, le Cascate di Iguazu

Iguazu, le cascate più spettacolari al mondo

Alla scoperta di una delle meraviglie del mondo, un luogo suggestivo , dove la natura si manifesta in tutta la sua forza e la sua bellezza, e ci travolge di emozioni.

Brasile: grande paese dell’America latina, paese dell’allegria, del ballo e della musica, di lunghe e bellissime spiagge e verdi foreste che circondano il fiume più importante di tutto il continente.

Racchiude in se una di quelle mete che ogni viaggiatore vorrebbe visitare almeno una volta nella vita: le cascate di Iguazu (o di Iguaçu). Segnano il confine tra Brasile, Argentina e Paraguay e sono nate dalla confluenza del río Iguazu con il río Parana.  

Sono composte da un complesso formato da 275 cascate, con un altezza che può arrivare anche a 80 metri. Dichiarate Patrimonio Unesco dal 1984, le cascate fanno parte del Parco naturale dell’Iguazù, diviso in lato argentino e lato brasiliano.

cascate più grandi al mondo

Il consiglio è quello di dedicare almeno due giorni alla visita delle cascate di Iguazu: il lato brasiliano regala delle splendide vedute sulle cascate e si può ammirare la famosa Garganta del Diablo, una gola profonda 150 metri che segna l’esatto confine con l’Argentina. Altrettanto incantevole il lato argentino, dove le cascate appaiono in tutta la loro maestosità e il loro rumore risuona in tutto la foresta. Il parco prevede vari percorsi, passerelle e sentieri immersi nella vegetazione, dove vivono scimmie, coati, iguane, pappagalli. Un posto ideale per immergersi nella natura, accompagnati dal dolce frastuono delle cascate.

Il nome delle cascate di Iguazu deriva dalla lingua indigena guaranì: acqua (Yu) grande (Açu) e come ogni grande meraviglia del mondo, racchiude una magica leggenda: la storia di M’Boi, il terrificante dio serpente che viveva nel rio Iguazu e della bella Niapi , predestinata ad essere sacrificata. Finché Taroba, innamorato di Niapi, decise di rapirla e di scappare in canoa lungo il fiume, per salvarla dal sacrificio. Quando il serpente si accorse della fuga dei due, con un colpo furioso di coda divise il fiume formando le cascate! I due innamorati furono inghiottiti dalla gola del fiume e M’Boi preoccupato che potessero stare insieme ne l’aldilà, li trasformò in una roccia al centro del fiume e in un albero sulla riva, cosi da non potersi più toccare.

Nei giorni di sole si può vedere un arcobaleno che sovrasta la cascata: si dice che sia l’energia dei due amanti che cercano di ricongiungersi!

Se stai pensando di organizzare un viaggio in Brasile, ti consigliamo di non mancare una visita alle cascate si Iguazù. Ci sono voli interni quotidiani per l'aeroporto di Foz di Iguazú dalle città più importanti del Brasile.

Il viaggio ne varrà sicuramente la pena!

Visita la nostra sezione del sito dedicata al Brasile (clicca qui) dove potrai trovare e approfondire tutte le nostre offerte e proposte per il tuo prossimo viaggio in questo meraviglioso paese. 

Letto 1025 volte
Cerca il Viaggio
Informazioni
Please type your full name.

Invalid email address.

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

Invalid Input

Valore non valido

Valore non valido

Valore non valido

autorizzo il trattamento dei miei dati in accordo alla nuova normativa Privacy

VIDEO TRAILER


+(39) 0575.902564
gruppi@aretinatours.com

Realizzazione sito web www.sitiwebegrafica.it